EVENTI

Letterina di Leonardo Pieraccioni a Renzi

il-professor-cenerentolo-posterLetterina di Natale di Leonardo Pieraccioni a Renzi: “Realizza tutte quelle belle cose che racconti con grande entusiasmo e di dieci, almeno una si faccia”. Il regista intervistato da Janpa Serino a Radio Club 91 nel programma “Confusi&Felici” porta alla memoria il vecchio adagio della nonna  chi non sa insegna “quanto mai vero”. L’ultimo film “Il Professor Cenerentolo”  è un omaggio alle bande “di disgraziati e alle armate. Mi sono ispirato a “I Soliti Ignoti di Monicelli”. Nella sua “Armata Brancaleone” c’è anche il partenopeo Davide Marotta. Il connubio tra i napoletani e i toscani è vivace – dice.  Abbiamo un modo simile di vedere la vita. Non la prendiamo mai frontalmente ma cerchiamo di smussare gli angoli”.

EVENTI

Gigi D’Alessio: “Ho fatto la gavetta io, non sono uscito mica dal Grande Fratello. Per chi viene dal Sud, è difficile superare la dogana”

Gigi_D_Alessio_Default_Bild“Ho fatto la gavetta io, non sono uscito mica dal Grande Fratello. Per chi viene dal Sud, è difficile superare la dogana virtuale di Caianello, ma una volta oltrepassata nessun uragano può abbatterci. Ho presenziato a più matrimoni di un prete. E Morandi mi ha cantato ‘Na Sera ‘e Maggio al telefono”. Così Gigi D’Alessio ai microfoni di Radio Club 91. Nel nuovo album “Malaterra” l’artista oltre a  5 nuove canzoni in napoletano, ha rivisitato due grandi classici e duettato con Renato Carosone, grazie al figlio “Pino che ha rispolverato i nastri del padre e mi ha regalato la voce del papà”. L’artista duetta anche con Anna Tatangelo, anche se è” stata una sfida convincerla a cantare in napoletano”. Nell’album anche Valentina Stella, la cantante napoletana che lo fa sognare al punto che  “quando canta vedo  i vicoli e i panni stesi della mia città”.   Continua a leggere “Gigi D’Alessio: “Ho fatto la gavetta io, non sono uscito mica dal Grande Fratello. Per chi viene dal Sud, è difficile superare la dogana””

EVENTI

Serena Autieri e Paolo Conticini: “Se fai l’attore non ti puoi ammalare, è un lavoro duro”

AUTIERI - CONTICINISerena Autieri: “Mi manca la mia Maria Elena, la mia bambola brutta e cicciona alla quale strappavo i capelli. Paolo Conticini: “Ho sempre sognato di essere Massimo Ghini, e non sono schiavo del cellulare in mano”. Così Serena Autieri e Paolo Conticini ospiti a Radio Club 91 intervistato da Janpa Serino nel programma “Confusi&Felici”. “Se fai l’attore non ti puoi ammalare, è un lavoro duro” concordano i due attori.  E Paolo Conticini rivela: “Ho sognato di essere Massimo Ghini, guardandolo a teatro. Sono sempre attaccato al cellulare. Non posso farne a meno, ne sono schiavo, sto sempre con una terza cosa in mano. Anche se sono felicissimo quando dimentico il cellulare da qualche parte”.
I due si sono lasciati andare anche ai ricordi d’infanzia.
Serena Autieri: “Mi manca la mia bambola Maria Elena, bruttissima e cicciona con pochi capelli perché glieli strappavo e alla quale non avrei mai rinunciato per una brutta” mentre Paolo Conticini ha ripescato dalla memoria  “l’orsacchiotto Gigi custodito gelosamente fino a 7 anni”.
EVENTI

“Nel vino e nella birra c’è l’albume”. Parla lo chef Martino Beria‏

birraQueste sono quelle notizie che mi traumatizzano!

“Nel vino e nella birra c’è l’albume”. Lo rivela a Radio Club 91 lo chef vegano Martino Beria nel programma Sapori di Sera con Roberto Esse che consiglia di prediligere vini di cui si sa la storia e si conosce il produttore, perché la maggior parte dei vinificatori usa le chiare l’uovo per schiarire e ammorbidire i tannini. “La chiara d’uovo per la presenza di albumina – dice lo chef – è ricca di sostanze proteiche e come la ricotta coagula. Il vino non è vegano. Solo alcuni vini sono certificati come adatti ai vegani. L’albume induce la precipitazione di eventuali sospensioni proteiche aiutando l’illimpidimento del vino. La chiarifica è pratica che si effettua qualche settimana prima dell’imbottigliamento”. L’albume d’uovo ha un profumo che non va ad interferire sulle caratteristiche olfattive del vino. Un tempo veniva utilizzato anche il sangue di bue. Una volta mescolati gli albumi, si vanno ad addizionare alla massa del vino omogeinizzandola per qualche minuto. Dopo un settimana la chiarifica avrà fatto effetto, proteine, tannini in eccesso, precipitano assieme al bianco dell’uovo nella parte bassa della vasca, sedimentandosi, per poi essere separato il vino dal deposito. E infine lo chef consiglia un antipasto minimal autunnale e vegano: “una millefoglie salata di pasta fillo abbrustolita in forno con mousse di topinambur ammorbidito in padella con olio e sale. Alla sfoglia alterniamo il porcino grigliato  e completiamo con radicchio di Treviso tardivo acidulato con aceto, vino bianco, acqua, zucchero e sale e decorato con pepe grattato al momento e olio”.

EVENTI

Lo chef Ernesto Iaccarino lancia l’allarme sul calo dei consumi “anche tra i ricchi” e consacra i reality sul cibo

downloadLa denuncia di Ernesto Iaccarino, erede della dinastia culinaria di Don Alfonso 1890, ai microfoni di Sapori di Sera condotto da Roberto Esse su Radio Club 91: “I Paperone sono finiti. Anche i ricchi hanno il tetto di spesa. Al ristorante ormai va solo la borghesia europea, poco quella italiana. Ma sono aumentati i giovani anche grazie a Masterchef e ad altri programmi televisivi. Ben vengano, dunque, perché creano cultura e curiosità”. Rileva inoltre “l’aumento della percentuale di vegani”. Proprio per loro, racconta, “sto iniziando a lavorare con le verdure, a giocare con i piatti vegetariani. Continua a leggere “Lo chef Ernesto Iaccarino lancia l’allarme sul calo dei consumi “anche tra i ricchi” e consacra i reality sul cibo”

EVENTI

Carlo Freccero: “La Isoardi? Intoccabile. E’ come una first lady. Maria De Filippi? E’ più satana di me, io sono un bimbo in confronto. E’ una malefica‏

Elisa_Isoardi_2“Elisa Isoardi? Intoccabile. E’ come una first lady. Maria De Filippi? E’ più satana di me, io sono un bimbo in confronto. E’ una malefica terribile che seduce persino Saviano. Ma dai suoi programmi dipende il fatturato Mediaset. Simona Ventura è fuori dai giochi perché ha strafatto, voleva fare il direttore di rete ma per lavorare in tv ci vuole basso profilo. Oggi l’unico personaggio controcorrente è il Papa”. Continua a leggere “Carlo Freccero: “La Isoardi? Intoccabile. E’ come una first lady. Maria De Filippi? E’ più satana di me, io sono un bimbo in confronto. E’ una malefica‏”

EVENTI

Carmen Di Pietro confessa: “Sono ossessionata dal cellulare di mio marito. Lo controllo mentre è in bagno.”

20150430_c4_di_pietro_6“Sono ossessionata dal cellulare di mio marito (Giuseppe Iannoni sposato da poco a Londra, ndr). Lo controllo mentre è in bagno: se scoprissi che va a trans gli direi arrivederci. Ho perso la pensione di Paternostro ma ora vivo di fitti. intanto mi cade la pelle delle braccia: mio marito mi dà della vecchia e mi costringe a caricare pesi alle 5 del mattino e alle 10 mangio già un piattone di pasta. E non ricordo la data delle nozze”. Così Carmen Di Pietro a Radio Club 91 nel programma “I Radioattivi”. Continua a leggere “Carmen Di Pietro confessa: “Sono ossessionata dal cellulare di mio marito. Lo controllo mentre è in bagno.””

EVENTI

Paolo Limiti su Napoli, Malika Ayane, Emma Marrone e Alessandra: “Non hanno il profilo delle dive e a volte neppure l’intonazione”

Paolo-Limiti-586x390“Se guardo Napoli mi viene in mente ‘Na voce ‘na chitarra e ‘o poco ‘e luna. Emma Marrone e Alessandro Amoruso dive? Semmai tra 5 anni ma ora non hanno ancora personalità e il modo giusto in interpretare. Devono aspettare come fece Barbra Streisand: Malika Ayane? Fa canzoni difficili, irriproducibili e poi a volte manca l’intonazione. Nessuno si identifica abbastanza in loro da poter essere dive. E se non avessi incontrato Mina avrei scritto comunque bellissime canzoni ma non quelle che ho scritto per lei”. Così Paolo Limiti ai microfoni de “I Radioattivi” (Ettore Petraroli e Rosario Verde) su Radio Club 91.

Continua a leggere “Paolo Limiti su Napoli, Malika Ayane, Emma Marrone e Alessandra: “Non hanno il profilo delle dive e a volte neppure l’intonazione””

EVENTI

Gossip e dintorni: Antonella Mosetti ne ha per tutti!

mosetti e corvesi

Antonella Mosetti ha lasciato il suo toy boy, quello che aveva definito il suo puledro, il centrocampista del Pavia Alessandro Corvesi ma precisa risponde alle allusioni di Luciana Littizzetto: “Non ho il toy boy e poi che male ci sarebbe? Ho solo 38 e volendo un ragazzino di 30 può stare con una di 38 e magari facessi sesso 10 volte a settimana ma sono troppo impegnata. Ho una figlia di 19 anni, figuriamoci se faccio la porca. Non sono una vecchia bonona. Non ho 50 anni. A 50 anni farò forse la milf ma se lo faccio sparatemi in testa. E la Littizzetto se parla di me vuol dire che si è ridotta proprio male. E vi racconto di quando spronavo Belen”. Continua a leggere “Gossip e dintorni: Antonella Mosetti ne ha per tutti!”

Senza categoria

The Kolors: “Non ci sentivamo accettati, ma non siamo scappati da Napoli, ad Elisa abbiamo insegnato la cazzimma

10304499_10206278498183535_5196168512862199174_n“Non ci sentivamo accettati, eravamo pseudo-depressi, ma non siamo scappati da Napoli  che resta la nostra città (e il caffé è la cosa che ci manca di più dopo il mare). Ho iniziato a credere nel destino qualche mese fa. Il giorno prima che ci chiamasse la redazione di Amici per un provino avevamo preso un biglietto Ryanair per Londra. Ma per fortuna Francesco Sarcina ci ha segnalato ad Amic i, ci ha permesso di farci capire: per anni un sentiero pieno di sassi, e poi il talent è stato un tappeto. Ad Elisa abbiamo insegnato la “cazzimma”. Così i The Kolors, vincitori di Amici 2015, ospiti in studio a Radio Club 91 intervistati da Janpa Serino e Marta Marandola.  Continua a leggere “The Kolors: “Non ci sentivamo accettati, ma non siamo scappati da Napoli, ad Elisa abbiamo insegnato la cazzimma”