ALLERGIA

Shock anafilattico & utilizzo di adrenalina: tutto quello che c’è da sapere

89319405_1305051696358201_7853864600050073600_oParliamo di allergia e nello specifico di shock anafilattico.
Lo shock anafilattico è una rapida sequenza di eventi, per lo più scatenata dal contatto di anticorpi IgE con un allergene, che si sviluppa improvvisamente e può mettere in pericolo la vita del paziente. La pressione si abbassa, il respiro si fa difficoltoso in quanto il polmone è preda di un attacco asmatico grave e la pelle può presentare orticaria o angioedema.
Il trattamento precoce è molto importante, mentre l’anafilassi acuta è troppo spesso sottovalutata o non trattata in modo appropriato. L’adrenalina rappresenta il farmaco salvavita e deve avere un ruolo centrale nel trattamento acuto dell’anafilassi; quando è indicata, può essere somministrata a tutti i bambini a qualsiasi età genitori dei bambini a rischio di shock anafilattico devono tenere sempre con sé una di queste fiale e non esitare a utilizzarla se compaiono sintomi minacciosi.
Nei casi a rischio (gravi allergie alimentari o punture di insetto), i genitori devono essere accuratamente istruiti all’uso di adrenalina con apposito autoiniettore. Questi preparati vanno iniettati al primo segno di reazione allergica e subito.dopo aver chiamato il 118, senza aspettare sintomi gravi, per via intramuscolare nella coscia – da 0,2 ml a 0,5 ml a seconda del peso del bambino – e sono disponibili in fiale da dosare o preconfezionate con adrenalina predosata e resa resistente al calore, stabili per 18 mesi a temperatura ambiente. La siringa va premuta sulla parte esterna della coscia e, dopo il caratteristico “click” di apertura, va tenuta in sede per almeno 10 secondi per permettere la penetrazione del farmaco nei tessuti. La somministrazione può avvenire anche attraverso gli indumenti. Pur essendo l’uso di queste siringhe molto facile, è necessario farsi spiegare dettagliatamente dal medico le modalità d’impiego.
Superata l’emergenza che si risolve nella quasi totalità dei casi grazie all’adrenalina, l’uso degli antistaminici anti-H1(endovena o intramuscolo) risulterà vantaggioso; anche i cortisonici, a questo punto, saranno preziosi per contrastare l’infiammazione. I broncodilatatori per via aerosolica consentono di controllare l’asma.

TESTATI PER VOI

Allergia non ti temo con il mio kit Allergy Alert


Appena ricevuto il fantastico kit allergy alert by @enviconmedical e già mi sento più serena.

La qualità della vita di una persona allergica è spesso bassa, una continua lotta tra quello che si può o non si può fare, mangiare, bere, giocare. 

Quando il soggetto allergico poi è un bambino, il melodramma è sempre a portata di mano.

Io vivo sempre nel terrore che possa mangiare qualcosa che non va, che possa toccare qualche fiore, etc.. e sopratutto che possa sentirsi male in mia assenza e le persone a lui vicine in quel momento non sappiamo cosa fare.

Lo so sembro paranoica ma la nostra situazione allergica è particolare, per fortuna del resto della popolazione poche persone hanno tutte le nostre allergie, sicuramente non tutte insieme, inoltre nella vita amo tenere le cose sottocontrollo. Così qualche mese fa mi sono messa alla ricerca sul web di un braccialetto per bambini allergici. In passato ne avevo già parlato al seguente link BRACCIALETTI MEDICI, ma erano prodotti stranieri ed ho avuto difficoltà nel reperimento. Nella mia attenta ricerca sono finita sul sito della www.envicon.it e in breve tempo ho risolto il mio problema, trovando una maggiore serenità nella gestione del problema. 

Envicon Medical è una società che opera dal 1998 nel campo delle malattie allergiche e della profilassi ambientale. Progettiamo e commercializziamo linee di prodotti che aiutano a trasformare la propria dimora in un ambiente Allergy friendly e a migliorare la qualità della vita del paziente allergico.

Grazie al braccialetto Allergy Alert e alla  Allergy Card personalizzata, è possibile rendere sempre note le allergie in caso di necessità. Inoltre il bracciale è colorato e morbido, pratico e facilmente utilizzabile anche da un bambino di 4 anni come il mio.

Ma entrando nel vivo della questione, in cosa consiste l’Allergy Alert kit?

Cos’è?

Allergy Alert è il nuovo servizio supportato da Envicon Medical Srl e Fondazione San Bortolo Onlus a supporto del soggetto allergico.

Come funziona?

Richiedi al tuo allergologo di fiducia il braccialetto Allergy Alert, riportante la macrocategoria di allergia di cui soffri. Se lo ritieni opportuno, compila il flyer che ti verrà consegnato ed inviane una scansione all’indirizzo allergyalert@envicon.it. In pochi giorni, e in forma gratuita, riceverai la tua Allergy Card personalizzata, riportante tutti i tuoi dati e in particolare le sostanze a cui sei allergico.

A cosa serve?

L’intento del progetto Allergy Alert è quello di poter rendere sempre disponibili al personale sanitario i tuoi dati sanitari, in particolar modo le sostanze a cui sei allergico. In questo modo, anche nel caso in cui il paziente non sia in grado di comunicarle, sarà minimizzato il rischio di effetti collaterali.

Sul bracciale sarà facilmente riconoscibile il tipo di allergia grazie ad una leggenda a colori.

Per tutti gli amici allergici o i parenti di persone che soffrono di patologie allergiche serie consiglio di approndire con il proprio allergologo l’argomento e che la salute sia sempre  con voi!

EVENTI

#allergianontitemo: la ciambella al miele!

14222375_518144468382265_4900057248878660516_nLe mamme lo sanno, a volte basta così poco per rendere un bambino felice.

Io il mio lo accontento davvero con poco. Lui adora cucinare con me e sperimentare ricette golose che soddisfino i suoi criteri di ristrettezza dovuti alle molteplici allergie. Non può mangiare quasi nulla dei dolci e merende confezionate che si trovano al supermercato, così le creiamo noi in casa in poche semplici mosse, e sono davvero semplici chi mi conosce lo sa non sono una supercuoca ma tento di essere almeno una supermamma dal motto #allergianontitemo!!!!! Continua a leggere “#allergianontitemo: la ciambella al miele!”