salute

Vaccino Anti meningococco B: fatto! Tutta la verità sul temuto vaccino

img_0550-2Ieri è stato un giorno importante nel nostro calendario di vaccinazioni, ieri abbiamo fatto la prima dose del temutissimo vaccino anti meningococco B.

Lo abbiamo fatto pagando un bollettino postale di poco più di 84 euro, e facendo una lunga fila presso la nostra ASL di riferimento, perché ormai si sa siamo nella fase “corsa ai vaccini”, dato che tutti i ritardatari e molti scettici hanno finalmente deciso di far vaccinare i priori figli creando così file e disagi, ma in fondo sono contenta così almeno si stanno ravvedendo e l’immunità del gregge aumenta.

Tornando al nostro vaccino, alle 9 abbiamo iniziato la fila, alle 10 somministrato il vaccino e alle 10.30 dopo mezz’ora dal vaccino dopo aver verificato che non vi fossero state reazioni allergiche, siamo andati a mangiare qualcosa di buono al primo bar utile, perché si sa dopo una punturina è d’obbligo un dolcetto.

img_0549-1Report della giornata: ansia da attesa per me, tanti lacrimoni per lui, diverse caramelle per addolcire la mattinata al mio piccolo guerriero, un piccolo livido dolorante sulla spalla e qualche decimo di febbre in serata che comunque non ha mai superato il 38, ma che  misteriosamente ha aperto lo stomaco al mio pupo solitamente molto restio a mangiare sopratutto quando febbricitante.

Sono molto soddisfatta di della mia scelta, da sempre penso che i vaccini siano l’ unica arma di prevenzione per malattie terribili e ora, anche se con qualche riserva sulla siringa, lo pensa anche il mio Vickyvictor. Gli abbiamo spiegato che con la punturina la dottoressa gli ha iniettato 1000 soldatini pronti a sconfiggere i cattivoni (i batteri) che a volte lo fanno stare male, così ora è tutto felice perché si sente di aver guadagnato la super forza.

Ma veniamo al problema: perché non vaccinare?

Io questo ancora non lo capisco. L’altra sera per stemperare l’ansia d’attesa ho fatto delle ricerche sul web per capire cosa fosse il  meningococco B e quali gli effetti collaterali del vaccino tanto temuti dagli antivax (li chiamano così non date la colpa a me). Così mi sono imbattuta nel sito nel sito dell’ospedale Bambin Gesù di Roma, fiore all’occhiello delle strutture ospedaliere italiane pediatriche, quindi fonte valida e autorevole.

Vi riporto di seguito alcune considerazioni

I vaccini contro il meningococco prevengono la meningite causata dal meningococco.

QUALI TIPI SONO DISPONIBILI

• I vaccini “coniugati” vengono preparati legando alcune proteine alle sostanze (polisaccaridi) della superficie del meningococco per rendere il vaccino più efficace anche nei primi mesi di vita. Tra questi, sono disponibili vaccini contro il sierotipo C che può essere somministrato a partire dai due mesi di vita, vaccini tetravalenti contro i sierotipi A, C, W135 e Y somministrabili a partire dai 12 mesi di vita, e da qualche anno, un vaccino contro il meningococco di tipo B, anch’esso utilizzabile a partire da due mesi di età.

• I vaccini “polisaccaridici”, contro i sierotipi A, C, W135, Y, si possono somministrare dai 2 anni di età perchè non sono in grado di stimolare le difese immunitarie nei bambini di età inferiore.

I vaccini disponibili sono inattivati.

A CHI SI SOMMINISTRANO

Alcuni pazienti dovrebbero essere protetti a qualsiasi età contro le malattie da meningococco se presentano malattie di base come: talassemia (anemia mediterranea) e anemia falciforme, asplenia funzionale o anatomica (assenza della milza), immunodepressione e immunodeficienze, diabete tipo 1, insufficienza renale, malattie del fegato, perdita di liquido cerebrospinale. La vaccinazione è anche raccomandata, indipendentemente dall’età, ai bambini che vivono in comunità, in corso di epidemie o viaggi in zone nella quali circola la malattia.

Vaccino coniugato contro meningococco C – Il Ministero della Salute raccomanda la somministrazione del vaccino contro meningococco C a tutti i nuovi nati tra il 13° e il 15° mese di vita. Questo vaccino è indicato, inoltre, per tutti gli adolescenti non precedentemente vaccinati. La vaccinazione è anche raccomandata, indipendentemente dall’età, ai bambini che frequentano l’asilo nido. Per indurre la protezione possono essere necessarie una o più dosi secondo l’età alla quale viene somministrato il vaccino.

Vaccino coniugato tetravalente (A, C, W135, Y) – Questo vaccino è indicato per soggetti che potrebbero essere esposti ai sierotipi A, C, W135 e Y, per esempio per un viaggio in una zona nella quale circola l’infezione, o per gli adolescenti di 12-16 anni già vaccinati contro il meningococco C.

Vaccino coniugato contro meningococco B – Anche in questo caso il numero di dosi è diverso secondo l’età del bambino.

Vaccino polisaccaridico tetravalente (A, C, W135, Y) – È indicato oltre i due anni di età per le persone che si recano in paesi dove i sierotipi A, C, W135 e Y sono causa di epidemie. La vaccinazione consiste in una singola dose ed è efficace per tre anni.

 A CHI NON POSSONO ESSERE SOMMINISTRATI

L’unica controindicazione alla vaccinazione è la reazione allergica grave ad una precedente dose o agli eccipienti contenuti nel vaccino.

QUANTO SONO SICURI

Tra il 5 e il 10% dei vaccinati può avere indolenzimento e rossore nella sede di iniezione. Dal 2 al 5% dei bambini può presentare reazioni generali quali febbre, disturbi intestinali (vomito, diarrea, inappetenza), irritabilità, disturbi del sonno. In genere gli effetti collaterali non durano più di 1 o 2 giorni. Sono estremamente rare le reazioni di tipo allergico e alcuni disturbi come convulsioni ed ipotonia.

Le reazioni allergiche gravi sono molto rare (nell’ordine di un caso ogni milioni di dosi) e si manifestano in genere entro un breve periodo dalla vaccinazione. È questo il motivo per cui dopo la vaccinazione viene richiesto di aspettare circa 30 minuti nell’ambulatorio dove il vaccino è stato somministrato per consentire una eventuale terapia tempestiva in grado di risolvere completamente i sintomi. La somministrazione di alcuni vaccini, inoltre, può essere seguita da alcuni effetti collaterali specifici descritti nelle schede dei singoli vaccini.

QUANTO SONO EFFICACI

Tutti i vaccini attualmente in commercio sono altamente efficaci nel prevenire l’infezione da meningococco.

Che dite vi ho convinto, o meglio vi ha convinto la scienza???

Appuntamento tra due mesi per la seconda dose e per tante, tante lacrime ma anche tante coccole.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...