salute

Meningite e vaccini

img_0490Da circa un paio di settimane non si parla che di meningite. Già prima della fine dell’ anno l’attenzione mediatica sui nuovi casi, alcuni anche mortali, di questa terribile malattia ha portato alla ribalta il solito astioso tema della VACCINAZIONE. Chi mi segue sui social lo sa già, non passa un giorno in cui non candeggio il tema dei  VACCINI.

Credo nella medicina, nella scienza e nella possibilità di evitare di prendersi malattie inutili o già ampiamente debellate per puro spirito anticonvenzionale.

A dar manforte alle mie tesi, su quasi tutti i siti tematici come sul sito del Ministero della Sanità, sono state pubblicate le regole guida per prevenire la malattia e le varie dichiarazioni di esperti del settore che sottolineano come il vaccino sia l’unica arma a nostra disposizione per proteggere se stessi, a sopratutto il gregge.

Il meningococco è un nemico infame, è responsabile in Italia di circa 150-200 infezioni all’anno e nello specifico con i sottogruppi A, B, C, Y e W135. È un batterio molto pericoloso che può causare meningiti e sepsi (infezioni del sangue) che nel 10-15% dei cadi degenerano rapidamente causando anche il decesso del malato oppure nel 11-20% lasciano danni permanenti (basti pensare alla nostra super campionessa Bebè Vio colpita ad 11 anni dalla malattia, salvata per miracolo seppur con grandi menomazioni ed oggi madrina della campagna vaccinazioni e simbolo mondiale dell’importanza che esse hanno per la nostra salute).
È allora sorge spontanea la domanda: se esiste un nemico così ostile per la salute umana e al contempo esiste un metodo, un vaccino per proteggersi per tutti e 5 i sierotipi più pericolosi, perché non vaccinarsi??????

Facciamo il punto della situazione sull’offerta vaccinale riguardante le meningiti batteriche.

img_0488

I VACCINI

1) VACCINO CONTRO IL MENINGOCOCCO:

a) MENINGOCOCCO C e MENINGOCOCCO ACWY: vaccinazione raccomandata al 13° mese di vita. Si effettua poi un richiamo tra i 12 e i 14 anni con l’ACWY. In Toscana è previsto un richiamo aggiuntivo intermedio tra i 6 e i 9 anni.

Bisogna dire, pero, che la copertura non è completa per tutta la vita è anche che è già immunizzati può ammalarsi seppur in forma più lieve, ed i richiami sono fondamentali per mantenere in atto l’immunizzazione.

Il vaccino è gratuito quando previsto nel calendario vaccinale, altrimenti è offerto in copayment.

B) MENINGOCOCCO B: vaccinazione che deve essere iniziata il più presto possibile inguanto il batterio è particolarmente pericoloso per i bambini sotto l’anno d’età.  La vaccinazione e consigliata già dal terzo mese di vita. Il numero di dosi varia dall’età di partenza: sotto i sei mesi le dosi sono quattro; tra i sei mesi e i due anni sono tre dosi totali; dopo i due anni le dosi sono due.

Il vaccino è stato inserito nei LEA livelli essenziali di assistenza, sarà quindi gratuito per i nuovi nati del 2017 in molte regioni; per gli altri ci sarà la possibilità di accedere al copayment.

2)VACCINO CONTRO L’EMOFILO B: è inserito nell’esavalente e si fa in tre dosi nel primo anno di vita.

Il vaccino è gratuito per tutti.

3) VACCINO CONTRO LO PNEUMOCOCCO: si effettua in tre dosi nel primo anno di vita contestualmente all’esavalente (in una puntura a parte); è inoltre offerto anche agli over 65.

Il vaccino è gratuito per tutti.

CHI DEVE VACCINARSI
PRIORITÀ ALTA
– Bambini
– Adolescenti
– Adulti appartenenti a categorie a rischio (perché affetti da determinate patologie particolari)
– Chi risiede, studia o lavora in Toscana per lunghi periodi
PRIORITÀ BASSA: chi può vaccinarsi su appuntamento e a pagamento, evitando il ricorso urgente ai centri vaccinali perché non siamo di fronte ad una epidemia.
– Studenti universitari
– Adulti
– Anziani
– Insegnanti, operatori sanitari, chi lavora a stretto contatto con il pubblico

Come sottolinea la pagina Facebook di IOVACCINO è importante vaccinarsi contro la meningite, ma lo è anche essere in regola con le vaccinazioni di routine come i richiami decennali contro tetano/difterite/pertosse, l’antinfluenzale, i vaccini contro le malattie esantematiche (se non si è stati già vaccinati e non le si è avute), lo pneumococco sopra i 65anni e la HPV.
L’ unico consiglio che vale sempre è quello di parlare sempre con il vostro medico per ogni dubbio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...