EVENTI · salute

Gastroenterite nei bambini: come affrontarla?

Sono due giorni che penso di scrivere qualcosa sui malanni di stagione in arrivo, e in particolare modo sulla gastroenterite. Volevo farlo ieri ma ho rimandato, e tac ecco che #vickyvictor inizia a vomitare! Sembrava la ragazzina dell’esorcista. Mi sarò portata male da sola!

Detto questo la situazione malanni di stagione e’ purtroppo imminente per tutti i genitori. Quindi non ci resta che preparci bene e sperare di saltare il turno quest’anno ( più facile a dirsi che a farsi).

I sintomi son sempre gli stessi: vomito, diarrea, dolori addominali e a volte anche febbre! Nella stragrande maggioranza dei casi si tratta di GASTROENTERITE, un’infezione intestinale che è senza dubbio una delle più frequenti cause di diarrea nei bambini.

La DISIDRATAZIONE è l’unico vero rischio che si corre in questi casi e tale rischio è tanto maggiore quanto più piccolo è il bimbo. Il fulcro della terapia della gastroenterite sta quindi nel compensare le perdite di liquidi e sali minerali andando così a REIDRATARE il bimbo e prevenendo e/o correggendo così la disidratazione.

Come capire se un bimbo è disidratato??

I segnali di disidratazione che ognuno dovrebbe saper riconoscere sono:

– Segnali visivi: pelle secca, occhi alonati (cioè “scavati e anneriti”), lingua secca e impaniata (biancastra); labbra secche e screpolate; poca pipì; pianto senza lacrime. Se la disidratazione è grave il bambino potrebbe essere meno reattivo, tendere a rifiutare il cibo, dormire molto, abbattersi continuamente,

– Allungamento del tempo di riempimento capillare (tempo di refill): in pratica bisogna schiacciare per pochi secondi con un dito la pelle o il letto ungueale del bambino fino a determinarne lo schiarimento; subito dopo bisogna lasciare di botto: se la pelle (o il letto ungueale) si ricolora di rosso in meno di due secondi è tutto apposto; se ci mette più di 2-3 secondi a ricolorarsi di rosso allora cioè disidratazione.

 Come reidratare un bambino?

L’unica via di somministrazione di liquidi che abbiamo a casa è quella orale. Il miglior prodotto che possiamo offrire al bambino per ottenerne la reidratazione è rappresentato dalle SOLUZIONI REIDRATANTI (spesso chiamate dal vostro pediatra più semplicemente “sali minerali”). Queste permettono di reintegrare non solo l’acqua ma anche i sali minerali persi dal bambino con le scariche di diarrea e/o con il vomito.

Dicodral, Idravita, Prereid Milte, Chetodral e tantissimi altri sono solo alcuni esempi presenti in commercio per conseguire un’ottimale reidratazione del bambino. E’ importante che nelle prime 5-6 ore dall’inizio dei sintomi il piccolo assuma almeno mezzo litro di tali soluzioni per ogni 10 Kg di peso corporeo (dunque: circa 400-500 ml se pesa 10 Kg; 600-750 ml se pesa 15 Kg…per intenderci!).

Nonostante il “cattivo sapore” che spesso ne rende difficile l’assunzione da parte del bimbo, questi prodotti vengono assorbiti abbastanza velocemente e vengono quindi vomitati più difficilmente rispetto alla semplice acqua.

Ripiegare su prodotti come Gatorade o Coca Cola “sfiatata” non è una saggia mossa poichè tali prodotti possono far peggiorare la diarrea (e quindi la disidratazione!) per l’elevato carico di zuccheri che apportano all’intestino.

Come fare se il bimbo non vuole bere i “sali minerali” prescritti dal pediatra?

Utili consigli a tal proposito sono:

– Offrite i sali minerali freschi di frigorifero

– Scegliete prodotti con un aroma gradito al bambino: gusto banana, arancia, lampone, coca cola… la palatabilità varia da prodotto a prodotto e bisogna tentare!

– Offrire i sali minerali con la filosofia del “poco e spesso”: in pratica utilizzando un cucchiaino oppure un bicchierino, o ancora una siringa da 5 ml (senz’ago ovviamente!) bisognerà versare nella bocca del bambino circa 5-10 ml ogni 5 minuti e continuare così nelle prime 5-6 ore; ciò per evitare di riempire troppo velocemente lo stomaco e favorire il vomito; ovviamente più il bambino mostra di tollerare la procedura senza vomitare più incrementiamo gradualmente la quantità immessa tenendo presente che più ne prende meglio è!

Solo in casi particolarmente severi e nei quali non il bimbo non riesca a bere nulla, il vostro pediatra potrebbe suggerire un RICOVERO OSPEDALIERO al fine di reidratare il piccolo con sondino nasogastrico o per via endovenosa.

Come attenuare la diarrea?

I principali prodotti utili a tale scopo sono di seguito elencati. E’ possibile anche associarli sotto la guida del proprio pediatra.

FERMENTI LATTICI (o PROBIOTICI)

Utili a impedire il protrarsi della diarrea oltre i tempi attesi. Ecco le principali prescrizioni fatte in corso di gastroenterite dalla stragrande maggioranza dei pediatri. E’ possibile miscelarli in bevande come il latte ma a temperatura ambiente o lievemente caldo (non bollenti!).

Prolife Infant Gocce: 6 gocce al giorno fino a 12 anni; 12 gocce al giorno dopo i 12 anni

Prolife Pediatrico Flaconcini: 1 flaconcino al giorno

Dicoflor Gocce: 5 gocce al giorno fino a 12 anni; 10 gocce al giorno dopo i 12 anni (io uso queste)

Dicoflor 30 Bustine: 1 o 2 bustine al giorno

Reuterin Gocce: 5 gocce al giorno

Lactogermine Plus: 1 o 2 flaconcini al giorno

Questi sono solo alcuni dei tantissimi nomi con cui sono commercializzati prodotti a base di fermenti lattici, molto utili a favorire il giusto equilibrio della flora batterica intestinale riducendo la durata della diarrea. La maggior parte degli studi ha mostrato che i prodotti con maggiore efficacia sono quelli contenenti Lactobacillus Rhamnosus GG e Saccharomyces Boulardii.

Detto questo non ci resta che coccolare il nostro piccolo cucciolo d’uomo, non forzarlo nel mangiare (anche se magrolino come il mio) e rendergli la permanenza a letto il più piacevole possibile con cartoni, giochi, libri e tanto tanto amore. Saranno tre giorni intensi ma passeranno per tutti !

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...