Senza categoria

Mestruazioni: un arcaico tabù tra maschilismo e falsi miti

mestruazioni-in-ritardo-da-stressIl ciclo mestruale femminile, considerato da secoli un tabù, legato alla repulsione e all’allontanamento da società dove il maschio ricopriva il ruolo fondamentale di cacciatore o raccoglitore, ha per secoli spinto la donna a vivere una condizione di “presunta” inferiorità e reale dolore non solo fisico, ma soprattutto emotivo. Le mestruazioni, infatti, nell’antichità venivano tristemente associate ad un senso di inadeguatezza e di sporco, soprattutto in società di fatto ignoranti, con stili di vita arcaici, dove rinforzare un senso d’inferiorità era una routine che avrebbe per sempre segnato la vita di ogni sfortunata donna vivente in gruppi esclusivamente maschilisti.

Oggi non è piu’ così, anche se di fatto troppe donne soffrono ancora non poco durante il loro periodo mestruale, tentando di alleviare in ogni modo i disagi. L’odierna società capitalista, nonostante l’evidente stato di benessere delle città, ha da poco aperto le porte al valore della “femminlità”, accettando ed aiutando concretamente la donna sotto ogni punto di vista – soprattutto quello di madre – cercando di dare sicurezza di un futuro e benessere durante ogni fase della crescita del suo bambino. La donna nei secoli ha di fatto lottato strenuamente e, grazie alle ultime sentenze riguardanti tematiche legate alle  scienze mediche che tutelassero questo loro stato transitorio, hanno di fatto ottenuto vittorie importanti, diritti fino a poche ore prima inesistenti e permesso di squarciare definivamente una realtà poco sensibile alla loro reale condizione femminile.

Fino a poco tempo fa, infatti, lo stato di coscienza alterato, era una realtà sconosciuta a troppe persone, mentre oggi è legalmente riconosciuta da molte società civili come una condizione strettamente legata al ciclo mestruale. C’è però da dire che ancora oggi, anche se piu’ tacitamente, il maschilismo esiste nella società e vede purtroppo la condizione mestruale come uno svantaggio biologico,  legato a donne considerate da troppi più emotive, irrazionali e inaffidabili in ambito sia familiare che lavorativo.  La storia sembra aver lasciato un segno indelebile nell’animo delle donne, infatti, non molti secoli fa, giovani ragazze soffrivano fin dal primo segno di sanguinamento quando venivano  separate dalla comunità, confinate in luoghi lontani e bui, insieme ad altre donne piu’ anziane. La donna veniva infatti considerata “impura” in quel periodo, tanto da esserle vietato ogni contatto con attrezzi da lavoro o di vita quotidiana legata all’uomo e qualunque cosa toccassero doveva necessariamente essere bruciato. Le credenze popolari si spingevano fino al limite estremo di credere che le mestruazioni potessero addirittura procurare la morte dell’uomo.

La trasgressione delle regole della tribù  veniva punito severamente: con la vita. I limiti della  donna erano legati alla sfera fisica come muoversi, toccare o vedere,  ma anche legati al cibo. Era proibito loro di bere latte o mangiare carne poichè avrebbero, secondo culti arcaici, che la mucca smettesse d’allattare e la caccia non portasse piu’ frutti al villaggio. Fortunatamente però, le donne della società moderna, non vengono piu’ considerate come le streghe capaci di modificare ogni cosa, cambiando l’ordine degli eventi, ma rispettate e considerate come meritano in una società “civile”.

Le donne di oggi, riconoscendo i doni della propria “essenza” leggono chiaramente la forza scaturita dalla propria naturalità e sicuramente guideranno positivamente le loro figlie nel futuro. Le donne di oggi dovrebbero scegliere la via della rottura con i condizionamenti societari, storicamente datati e maschilisti, cercando di rivedere il valore  della femminilità, che porta nella società il dono piu’ prezioso: la vita.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...